Jane Goodall in Umbria, la scienza cantata dai bambini (ma anche per gli adulti)

 

 

Jane Goodall, scienziata di fama internazionale, in Umbria il primo e 2 giugno 2013
 
Al teatro Morlacchi di Perugia, il 2 giugno alle 21,  presenterà il suo spettacolo "L'avventura di Jane" 
insieme ai musicisti Gabriele Mirabassi e Wolfang Netzer
 
Jane Goodall incontrerà anche i ragazzi delle scuole di Terni e di Perugia che le tributeranno un omaggio:
un cd che racconta la sua vita cantato dal vivo da un coro di 800 ragazzi
 
L’evento è promosso da Jane Goodall Institute - Italia (Onlus) , Egea SmallPsiquadro – Perugia Science Fest in collaborazione e con il sostegno di Comune di Perugia, Comune di Terni, Arpa Umbria e Università degli Studi di Perugia.
 

Sarà un incontro che conterrà tanti incontri quello con Jane Goodall che arriverà a Terni e Perugia tra meno di un mese, il primo e il 2 giugno. Sarà un incontro con una scienziata ed etologa le cui ricerche hanno contribuito a fare alla scienza grandi passi in avanti negli studi sui primati e sui loro rapporti con l'uomo. Sarà l'incontro con una donna che un giorno, dopo aver lavorato e vissuto per oltre 25 anni nella riserva di Gombe in Tanzania sollevandosi in volo sopra l'Africa, la terra dove ha passato gran parte della sua vita e ha svolto le sue ricerche più importanti, si è resa conto di quanto fosse fragile il pianeta.E ha capito che, se veramente si voleva fare qualcosa per gli animali e l'Africa, bisognava partire dagli uomini, dal dare loro strumenti per vivere in equilibrio con la natura.

 

E' così che Jane decide così di dedicare la sua notorietà e la sua esperienza a scopi umanitari e di difesa della natura ed ora viaggia circa 300 giorni l'anno in tutto il mondo per sensibilizzare l'opinione pubblica sui problemi ambientali. Infine, sarà l'incontro con una bambina che sognava di vivere in mezzo alla natura e che è riuscita a realizzare il suo sogno.

Per questo la sua presenza in Umbria lascerà sicuramente un segno nelle persone che la conosceranno e che si spera capiscono l'importanza di conoscere questa superstar dell'ambientalismo che sale sul palcoscenico facendo il verso delle scimmie e che coinvolge tutte le persone che le stanno intorno con la sua passione e la forza con cui Jane sostiene che il mondo si può modificare, che si possono invertire le rotte, e che non sarà necessario  aspettare a lungo. Non a caso il suo ultimo libro si chiama "Cambiare il mondo in una notte".

 

La presenza della Goodall in Umbria è stata fortemente voluta da Francesca Rossi, musicista di Egea Small che ha coinvolto Irene Biagini, di Psiquadro, una associazione che si occupa della divulgazione scientifica ai bambini e ai ragazzi. Due donne che hanno unito le loro competenze in nome dei bambini e dei ragazzi e perchè l'incontro con la Goodall fosse un'occasione per conoscerne la vita, condividerne le emozioni, entrare in sintonia con lei e con il suo delicato e complesso mondo. 

Tutto il programma dettagliato degli incontro che Jane Goodall farà in Umbria sono elencati nel sito http://www.jane-goodall-inumbria.it/.

 

Il metodo che sta alla base della due giorni umbra è quello di far avvicinare bambini e ragazzi con una serie di incontri, al mondo di Jane. Per questo ci saranno visite ai musei  e incontri divulgativi. In queste ore, poi, 800 ragazzi delle scuole elementari di Perugia stanno imparando i testi di un cd preparato appositamente per l'evento, in cui viene raccontata la vita di Jane, con testi e musiche originali. L'unica produzione italiana di questo genere. La scienziata si vedrà quindi circondata da un maxi coro di bambini e porterà in giro per il mondo anche un piccolo pezzetto di un'Umbria che le ha fatto un regalo così speciale.

 

A conclusione della sua permanenza in Umbria Jane Goodall salirà sul palcoscenico del teatro Morlacchi per portare il scena il suo spettacolo "L'avventura di Jane". Uno spettacolo che la vedrà protagonista, accompagnata da Gabriele Mirabassi al clarinetto e Wolfang Netzer alla chitarra e in cui racconterà se stessa unendo la forza delle parole alla poesia della musica e alla suggestione delle immagini.