Le mie parole
Due anni fa, quando vennero nominate le vincitrici del Nobel per la pace, Ellen Johnson Sirleaf, Leymah Gbowee e Tawakkul Karman, molti italiani si interrogarono su chi fossero. Eppure nei loro paesi, la Liberia e lo Yemen stavano conducendo da anni battaglie in nome della pace, dell'uguaglianza, dell'equità. In quel periodo…
Forse non c'era periodo peggiore per la vendita delle acciaierie ternane, il sito integrato, gioiello pregiato della siderurgia non solo umbra ma anche nazionale. La mancanza di un governo solido e l'attuale peso politico dell'Italia in seno all'Europa rischiano di far sì che l'Ast diventi l'anello debole in un processo…
C' è una piccola storia, un retroscena all'articolo pubblicato ieri sul quotidiano La Nazione, edizione di Perugia. L'articolo racconta di una serie di adesivi attaccati sulle pietre dei muri antichi lungo alcune strade del centro di Perugia, a segnalare la presenza di siringhe o spaccio. Di qui il titolo con…
E' un'altra di quelle notizie considerate di secondo piano, ma a me piace moltissimo per il valore simbolico e pratico che ha allo stesso tempo. E anche perchè fa riflettere sulle infinite complicazioni con cui le amministrazioni locali mettono in atto meccanismi assurdi per invogliare i cittadini a fare la…
C'era una volta un uliveto, un bell'uliveto nelle campagne umbre, vicino a Umbertide. Quell'uliveto, però, pian piano è diventato un ingombro: troppo costoso mantenerlo, pochi guadagni da quelle olive. C'era una volta un uliveto, ma poi quell'uliveto fu abbandonato e, alla fine, come nella canzone filastrocca di Branduardi, venne il…