Le mie parole
Sabato, 27 Febbraio 2016 09:55

La certezza che stiamo sempre iniziando

L'Assostampa che scende in campo a favore di uno dei candidati per le elezioni Inpgi. Lo fa inviando una lettera a tutti i colleghi e utilizzando, (per problemi organizzativi, pare) l'indirizzario dell'Ordine che risulta come mittente.

Il comunicato che resta sul sito dell'Assostampa e viene poi girato, con le indicazioni di voto, anche su quello dell'Ordine – a quanto si è appreso a insaputa del presidente - dal 19 febbraio fino a ieri, 26 febbraio 2016, cioè resta visibile durante tutte le giornate di voto telematico.

Due riflessioni, in questo pasticcio elettorale in cui, mio malgrado, mi sono trovata coinvolta:
spero che per quanto riguarda vicende ben più drammatiche della mia candidatura Inpgi, che stanno coinvolgendo decine e decine di colleghi umbri, si lavori con meno sciatteria e presunzione;

credo che un magistrato non faticherebbe a ravvisare gli estremi della turbativa elettorale, ma quello che mi interessa sottolineare è che quando entra in scena una persona fuori dagli schieramenti, che ci mette la faccia e fa una campagna elettorale trasparente, con tanto di programma e di disponibilità agli incontri, si levano (forse prevedibilmente) gli scudi ma si inceppano anche meccanismi forse troppo consolidati.

Oggi e domani sono gli ultimi due giorni per votare nel seggio di Perugia.

L'affluenza al voto telematico è stata bassa. E' comprensibile la sfiducia e il distacco, soprattutto da parte dei più giovani. E' anche, però, un momento cruciale per i destini del nostro Istituto: non è un caso che le liste d'opposizione, come quella in cui mi sono candidata come indipendente, abbiano rinnovato quasi interamente i candidati.

Il mio invito è quello di andare a votare nelle due giornate che restano.

Non troverete i candidati suddivisi per liste ma solo un elenco di nomi. Se volete votare per la lista di opposizione all'attuale maggioranza che ha governato l'Inpgi – Piazza pulita all'Inpgi - potete votare

Inpgi1
Vanna Ugolini

Inpgi 2
4 - Maria Giovanna FAIELLA (collaboratrice Salute Corriere della Sera – Roma)
17 - Simona FOSSATI (freelance - Milano)
22 - Silvia OGNIBENE (collaboratrice Reuters e RCS – Firenze)

Collegio sindacale Inpgi 2
10 - Vittorio PASTERIS (Direttore Quotidiano Piemontese, vicepresidente LSDI)

Pensionati
1 - Massimo A. ALBERIZZI (Corriere della Sera - Lombardia)
5 - Luciano BORGHESAN (La Stampa - Piemonte) indipendente
16 - Andrea GARIBALDI (Corriere della Sera - Lazio)
17 - Stefania GIACOMINI (RAI - Lazio) Giornalisti Italiani Uniti, vicepresidente Unione Nazionale Giornalisti Pensionati
21 - Giancarlo MINICUCCI (ex direttore del Nuovo Quotidiano di Puglia, ex vicedirettore del Messaggero - Puglia)
27 - Valentino PESCI (ex direttore Nuova Ferrara e ex vicedirettore FINEGIL Veneto - Veneto)
34 - Laura VERLICCHI (Il Giornale - Lombardia)
Collegio sindacale Inpgi aattivi e pensionati
4 - Maurizio CERINO (Il Mattino di Napoli)
10 - Pierluigi FRANZ (ex Corriere della Sera, ex Stampa)

Troverete sul sito www.senzabavaglio.info il programma e una sintesi della mia biografia.

Troverete qui il report della Corte dei Conti sul bilancio del nostro istituto:
http://www.corteconti.it/export/sites/portalecdc/_documenti/controllo/sez_controllo_enti/2015/delibera_70_2015.pdf

Troverete qui il mio curriculum http://www.margotproject.org/wp/wp-content/uploads/2014/01/Vanna-Ugolini-CV.pdf

E qui le puntate precedenti che hanno riguardato la mia candidatura

http://dentidileone.it/le-mie-parole/item/203-candidatura-inpgi-la-mia-lettera-di-presentazione.html

http://dentidileone.it/le-mie-parole/item/205-candidatura-inpgi-state-sereni.html

http://dentidileone.it/le-mie-parole/item/206-candidatura-inpgi-barcollo-ma-non-mollo.html

Saluti a tutti e a tutte

Buon voto

Vanna Ugolini
3408653261

Pubblicato in Le mie parole
Martedì, 23 Febbraio 2016 09:33

Candidatura Inpgi, barcollo ma non mollo

Gentili colleghe, cari colleghi
in questi giorni avete ricevuto da Assostampa delle istruzioni per il voto Inpgi così precise e dettagliate che c'era indicato anche il candidato per cui sarebbe stato meglio votare. Non ero io.


L'Assostampa ha omesso di scrivere, però , che, in questa tornata elettorale, sono scesi in campo colleghi e colleghe che, come me, non fanno riferimento nè a partiti nè a cordate e che sono semplicemente preoccupati per la condizione in cui versa il nostro istituto di previdenza.

Inoltre l'Assostampa non ha specificato che io sono indipendente per l'ormai famosa lista di estremisti e sognatori – Piazza Pulita per l'Inpgi – che sta all'opposizione rispetto alla gestione di Camporese e che l'altro candidato, invece, anche lui indipendente, è sostenuto dalla lista dell'attuale maggioranza.

Valutate voi il comportamento di Assostampa e poi votate per chi vi pare.

Un saluto

Vanna Ugolini

Pubblicato in Le mie parole
Martedì, 16 Febbraio 2016 01:02

Candidatura Inpgi, state sereni

Gentili colleghe, cari colleghi

Ringrazio coloro che in questi giorni mi hanno messo in guardia dalle conseguenze spiacevoli che potrei affrontare con la mia candidatura come indipendente nella lista Piazza Pulita all'Inpgi per le prossime elezioni Inpgi e li voglio rassicurare.

Mi è stato detto che non ho alcuna possibilità di essere eletta, in quanto non ho concordato con nessuno la mia candidatura.

Mi candido perché credo potrei essere in grado di svolgere al meglio il mio ruolo.

Considero comunque il fatto di essere stata coinvolta e di aver deciso di mettermi in gioco già un risultato che mi dà soddisfazione.

Inoltre mi è stato spiegato che la lista Piazza Pulita all'Inpgi è composta da "estremisti" e "sognatori", (non sarebbe stato peggio se fossero corrotti?) persone quindi incapaci di gestire alcunché e che io sono stata ingenua ad accettare.

Bene, sono entrata in lista perché sono molto preoccupata per le condizioni in cui versa il nostro istituto di previdenza.

Mi ha offerto di entrare in lista il collega Massimo Alberizzi, storico inviato del Corriere della Sera, un signore che potrebbe godersi la pensione e che, invece, sta girando l'Italia per mettere i colleghi in guardia dai rischi che sta correndo il nostro istituto di previdenza.

In lista per i pensionati c'è Giancarlo Minicucci, che è stato mio capo agli Interni al Messaggero, uno che ha passato più tempo della sua vita dentro al giornale che fuori e che ha contribuito a insegnarmi il lavoro.

Tanto per fare un altro nome, in lista c'è anche Andrea Garibaldi, inviato e cdr per il Messaggero, capo delle cronache romane e CdR per il Corriere della Sera.

E' da un po' che non frequento questi due colleghi ma, avendoli conosciuti come dei professionisti seri prima, ora che entrambi veleggiano intorno ai 60 anni, fatico a immaginarmeli come estremisti.

A meno che questa parola non stia a indicare che quelli di Piazza Pulita all'Inpgi sono "estremisti di trasparenza", "sognatori di legalità", ruoli in cui vedo meglio i miei compagni di questo breve viaggio che si concluderà con le prossime elezioni Inpgi.

In questa lista, candidata per l'INPGI 2, c'è anche Simona Fossati, che da anni lotta per dare ai freelance e ai precari maggiori dignità e compensi che non siano da fame come quelli attuali.

Per questo vi chiedo di guardare a queste elezioni con occhi diversi, senza preconcetti, di andare a votare per chi ritenete il candidato più opportuno e di scegliere con consapevolezza.

Per quanto mi riguarda, per chi non mi conosce, questo è il mio curriculum al 2014: http://www.margotproject.org/wp/?page_id=19

Infine chi volesse poi incontrare gli '"estremisti" Massimo Alberizzi e Simona Fossati di persona, me lo faccia sapere: saranno in Umbria a disposizione dei colleghi il 18 febbraio.
Grazie a tutti per la pazienza
Vanna

Pubblicato in Le mie parole